IL CLUB


Nel 1881 un gruppo di "egregi gentiluomini" milanesi, tra cui il Conte Carlo Borromeo, il Principe Emilio Belgioioso d‘Este ed il Conte Luigi Radice, fondó il Kennel Club Italiano, il cui principale scopo era di promuovere il miglioramento delle razze canine pure. 

Il Club inizió cosí ad organizzare esposizioni non piú dal sapore di sagra paesana con la semplice suddivisione dei cani in cani da caccia e cani di lusso, bensí mostre periodiche, prove di lavoro. Inoltre istituí il suo libro origini, tanto da unificare e valorizzare il giudizio sulle singole razze redigendo standard precisi su di esse.

Nel 1947 Carlo Speroni, insigne cinofilo milanese, decise di costituire un gruppo cinofilo autonomo denominato Gruppo Cinofilo Milanese, per poter gestire i numerosi soci di Milano e della provincia. Il Kennel Club Italiano, divenuto nel frattempo Ente Nazionale della Cinofilia Italiana (E.N.C.I.), riconobbe il Gruppo Cinofilo Milanese assegnandogli la delegazione per Milano e provincia. Tale posizione ha consentito al Club di annoverare numerosissimi soci, appassionati e tecnici, di gestire per conto dell‘E.N.C.I. tutte le pratiche LOI e di organizzare varie esposizioni di bellezza e prove di caccia.